Jomwa The Artist per la vendità di Beneficenza

Durante il festival “Ricreiamo” che si è svolto a Feltre nel week-end appena trascorsco sono stati esposti idiversi quadri di Jomwa Phiri, artista che dal Malawi sostiene Africathletics dipingendo paesaggi rurali e stralci di quotidianità della vita sulle sponde del Lago Malawi. Tutte le tele sono in vendita, aspettano soltanto un benefattore che le voglia aquistare. Jomwa Piri nasce nel 1959 in una cittadina sulle coste del Malawi Lake: Nkhata Bay. L’iniziò della sua carriera è caratterizzato e mosso dall’ambiente che lo circonda: comincia intagliando remi per le barche che successivamente vende ai pescatori locali. L’evoluzione e la ricerca artistica però lo portano a studi da autodidatta che lo avvicinano alle letture di scritti d’arte su Picasso, Ron e Giorgione che vede come punto cardine per la sua maturazione artistica. Nel 1982 cambiamo i suoi orizzonti: il legno lascia spazio al vetro, Jomwa comincia a dipingere proprio lì scoprendo una spinta vitalistica nella natura e nella vita rurale . Successiva a questa fase arriva nell’1987 l’esordio su tela, non cambiano gli oggetti motrici della sua arte resta sempre legato ad un panismo vitalistico che lo porta ad una compenetrazione tra arte e natura, vista da lui come soluzione pacifica del reale: una continua immersione dell’io artistico nella natura trasfigurante. Si sposta dalla città natale per recarsi a Mangochi dove vive attualmente, nel corso degli anni crescono gli strumenti critici a disposizione del pittore che si avvicina, specializzandosi alla pittura acrilica. Aumenta anche il prestigio, partecipa a svariate esposizioni sul suolo africano: Mzuzu Hotel, 1987,Bishop Mackenzie Secondary ,School, Lilongwe,The French Cultural Center,Club Makakola,Santon, South Africa. Nel 2008 la sua vita subisce una svolta imprevista: viene colpito da un ictus che ne paralizza l’atro superiore destro con cui dipinge e lo costringe in sedia a rotelle per alcuni anni. Jomwa però trova ancora una volta nell’arte una via di rinascita: In quel periodo drammatico, viene mosso da un insaziabile determinazione e perfeziona l’arte di dipingere con la mano sinistra. Particolarità che lo contraddistingue è quella di utilizzare ancora l’altro destro per i lavori di precisione, che viene sorretto dal sinistro. Una vita che ha trovato nell’arte nella natura e nella vita agreste tutto il necessario per rappresentare un’interiorità forte e audace capace anche nelle situazioni più dure di esplodere verso l’esterno donando impressioni ed espressioni suggestive ed uniche. Attualmente ancora in opera il maestro Jomwa è un esempio nel contesto artistico Africano, dipingendo e vendendo i suoi quadri in diversi stati africani mantiene viva una carriera unica e fuori dal comune. Per info e costi potete contattare il presidente dell’associzione:  Enrico Tirel 3405056071 / africathletics@gmail.com

Pubblicato in News